Cosa cambia con il nuovo algoritmo di Facebook

Cosa cambia con il nuovo algoritmo di Facebook

Come avrai potuto apprendere da qualche giorno, Facebook ha lanciato un nuovo algoritmo che porta la visibilità organica delle pagine a diminuire nuovamente.

Facebook, infatti, nasce come social media e quindi predilige i contatti tra i profili collegati, riconosciuti come amici.

Vediamo nel dettaglio cosa cambia realmente con questo nuovo aggiornamento.

Quali post vengono mostrati in bacheca?

Nella propria bacheca, prima era possibile trovare post con molte interazioni, ossia per cui sono stati effettuati molti like, commenti e condivisioni. Con questo aggiornamento, l’algoritmo favorisce i post che spingono gli utenti a far nascere una conversazione spontanea. In realtà, la priorità di un social è proprio quella di far interagire le persone tra di loro ed è quindi logico che vengano mostrati più di sovente quei contenuti che danno modo agli utenti di comunicare tra loro.

Come cambia la visibilità organica delle pagine?

Come avviene a seguito di ogni aggiornamento su Facebook, la visibilità organica delle pagine continua a diminuire. Ricordiamo che Facebook non è un’associazione benefica e se le aziende hanno intenzione di aumentare la loro visibilità utilizzando questa piattaforma, possono farlo utilizzando l’advertising. Ciò non toglie che i contenuti organici che vengono prodotti devono essere interessanti e coinvolgenti per i lettori; solo in questo modo la visibilità organica può evitare di diminuire ulteriormente.

Come usare i video per generare interazioni?

Se già prima sapevamo che i video generavano una buonissima percentuale di interazione da parte degli utenti, ora ne abbiamo la conferma. In particolare, veniamo a conoscenza che le dirette video generano interazioni fino a sei volte in più rispetto ai video programmati.

Queste sono le principali novità dell’aggiornamento annunciato da Facebook. Ma prima di farsi prendere dal panico, è obbligatorio farsi una domanda:

Per la nostra attività, la pagina Facebook è utile? Può diventarlo integrando le sponsorizzazioni?

Se la risposta ad almeno una di queste due domande è , allora vi suggeriamo di leggere tra le righe dell’aggiornamento. La strada da intraprendere per non venire penalizzati dal nuovo algoritmo è proprio lì davanti a noi.

Dobbiamo solo impegnarci a percorrerla, studiando a fondo il nostro target e cercando di capire cosa vuole davvero!

Vuoi un analisi della tua comunicazione aziendale?